Tutto quello che devi sapere sul sonno

Lo sport durante il ciclo: come allenarsi e dormire al meglio

20 aprile 2022

Quando inizia il ciclo si avverte una certa stanchezza. Più che altro, forse, un disagio che, spesso, si confonde con la necessità di fermarsi, soprattutto con l’abituale attività fisica. Se, però, le mestruazioni sono indolori e non abbondanti è inutile non praticare sport!

Lo sport durante il ciclo: come allenarsi e dormire al meglio

20 aprile 2022

SPORT

Quando inizia il ciclo si avverte una certa stanchezza. Più che altro, forse, un disagio che, spesso, si confonde con la necessità di fermarsi, soprattutto con l’abituale attività fisica. Se, però, le mestruazioni sono indolori e non abbondanti è inutile non praticare sport!

Niente dolori (anche) grazie allo sport

Dopo trenta minuti di attività sportiva il dolore tende ad attenuarsi per poi scomparire. È possibile grazie al rilascio di endorfine, gli “ormoni della felicità”. Ma non finisce qui. L’allenamento regolare consente di aumentare la soglia di sensibilità al dolore e rendere le mestruazioni meno dolorose. In pratica, niente pigrizia e voglia di divano quando arriva il ciclo. Anche una semplice sessione di walking può rivelarsi efficace al pari di un antidolorifico. Per non parlare, poi, dello yoga. Ci sono asana che favoriscono il controllo del dolore, in generale quelle che “favoriscono” il flusso del ciclo (quindi quelle eseguite non a testa in giù o con le gambe sollevate).

Lo sport durante il ciclo: come allenarsi e dormire al meglio

Gonfiore addominale

Un sintomo frequente nei giorni subito antecedenti all’arrivo del ciclo è un senso di gonfiore circoscritto alla zona dell’addome. A volte si ha persino l’impressione di essere ingrassate di qualche chiletto. Gli esperti consigliano di modificare l’attività fisica virandola su sport che limitano la gravità, come nuoto e bicicletta (anche quella da camera…). La ritenzione idrica, tipica della fase premestruale, rende difficile la pratica di attività che richiedono movimenti rapidi, come il padel o il cardiofit. Chi, però, ama la palestra, niente problemi se si concentra sugli esercizi di stretching per gambe e colonna vertebrale: allungamenti “dolci” aiutano sempre a raggiungere una sensazione di generale benessere.

Grazie… tampone!

Alleato della pratica sportiva in “quei” giorni è il tampone interno, il cui uso consente di minimizzare il disagio durante l’allenamento. È d’obbligo soprattutto per chi pratica attività acquatiche.

Sogni d’oro dopo lo sport

Tra sport e sonno c’è una relazione biunivoca. Un’attenta e mirata sessione sportiva può essere preludio di un riposo di qualità. Viceversa, il sonno ristoratore apre la strada a sessioni sportive performanti.  Durante il ciclo, tutto si amplifica. E, dunque, anche il bisogno di riposare “bene” si fa ancora più indispensabile soprattutto in caso di ciclo doloroso o abbondante. Evitare l’attività sportiva, quindi, non è l’atteggiamento giusto perché, opportunamente “personalizzata”, è in grado di far tenere la situazione sotto controllo.

___
Lauretta Belardelli

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

Dal nostro Magazine

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

Tra i fattori che contribuiscono a garantire il benessere degli atleti e gli permettono di mantenere elevate le prestazioni sportive, l’alimentazione e il riposo giocano un ruolo fondamentale, al pari dell’allenamento.

Copy link
Powered by Social Snap