Tutto quello che devi sapere sul sonno

Insonnia in gravidanza

9 marzo 2022

Si tratta di una condizione particolarmente frequente per la maggior parte delle donne in dolce attesa: l’insonnia, nei nove mesi della gravidanza, si presenta come conseguenza delle alterazioni dell’organismo. Benché questo disturbo del sonno riguardi anche gli uomini, sono le donne, a prescindere dallo stato interessante, a soffrirne in misura maggiore. Nel periodo della gestazione, però, diventa quasi una costante per la maggior parte delle donne.

Insonnia in gravidanza

9 marzo 2022

PER I BAMBINI

Si tratta di una condizione particolarmente frequente per la maggior parte delle donne in dolce attesa: l’insonnia, nei nove mesi della gravidanza, si presenta come conseguenza delle alterazioni dell’organismo. Benché questo disturbo del sonno riguardi anche gli uomini, sono le donne, a prescindere dallo stato interessante, a soffrirne in misura maggiore. Nel periodo della gestazione, però, diventa quasi una costante per la maggior parte delle donne.

LE RICERCHE

Uno studio dell’Università spagnola di Granada  che nel 2018 ha monitorato 486 donne in dolce attesa di Granada, Jaen, Huelva e Siviglia ha evidenziato che il 44% delle future mamme soffre di insonnia nel primo trimestre di gravidanza, che aumenta al 46% nel secondo trimestre e arriva al 64% nel terzo trimestre. La dottoressa María del Carmen Amezcua Prieto, una delle ricercatrici dietro lo studio e docente presso il Dipartimento di Medicina Preventiva e Sanità Pubblica al termine della ricerca ha spiegato: «Sebbene sia noto che i problemi di sonno preesistenti peggiorano e nuove problematiche sorgono frequentemente durante la gravidanza, si tende a presumere che le difficoltà legate all’addormentarsi e al mantenimento di un sonno ristoratore siano fenomeni caratteristici della gravidanza e che debbano essere sopportati». L’insonnia non è una condizione invalidante, ma influisce sulla qualità della vita pertanto non va mai sottovalutata, soprattutto in una fase della vita così delicate. Le future mamme che ne soffrono pertanto dovrebbero informare il proprio ginecologo: l’insonnia in gravidanza può rappresentare un fattore di rischio per ipertensione, diabete gestazionale, depressione, parto prematuro e parto cesareo non pianificato.

Insonnia in gravidanza

LE CAUSE

Il cambiamento ormonale è il primo motivo per cui si fa fatica a prendere sonno, cui si somma quello emotivo. L’arrivo di una nuova vita porta con sé ansia e timore per il futuro. In alcuni casi anche sensazione di inadeguatezza e vari interrogativi: nel caso della prima gravidanza una donna si trova spesso a domandarsi se sarà all’altezza del ruolo che andrà a ricoprire. Lo stress è nemico del buon riposo, sempre. In particolare, però, l’insonnia è più frequente e marcata nel terzo trimestre. Ad impedire una buona qualità del sonno nelle ultime settimane di gravidanza sono le condizioni fisiche della futura mamma: la cresciuta del feto comporta inevitabili dolori alla muscolatura e un senso di affanno, oltre a limitare la mobilità. Quando il bambino cresce la mamma è più concentrata sui suoi movimenti che sui propri.

I RIMEDI

Vietato il ricorso ai farmaci. Gli effetti collaterali di sonniferi, ipnotici e induttori del sonno possono coinvolgere il feto. Il materasso non deve essere troppo duro, né troppo morbido: quelli in lattice sono i più indicati perché sostengono il corpo e ne “assecondano” i cambiamenti di peso e forma. Consigliate le tisane naturali con effetto rilassante: tiglio, melissa e la “solita” camomilla sono le più indicate. Sconsigliata l’assunzione di cibi particolarmente elaborati e difficili da digerire, oltre a sostanze eccitanti come caffè, tè e cioccolato. I ricercatori spagnoli consigliano un esercizio fisico moderato, utile a favorire il rilassamento notturno. In quest’ottica risulta particolarmente utile seguire i corsi di ginnastica dolce pensati proprio per chi aspetta un bebè, anche nella comodità delle mura domestiche.

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

Dal nostro Magazine

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

Tra i fattori che contribuiscono a garantire il benessere degli atleti e gli permettono di mantenere elevate le prestazioni sportive, l’alimentazione e il riposo giocano un ruolo fondamentale, al pari dell’allenamento.

Copy link
Powered by Social Snap