Tutto quello che devi sapere sul sonno

Effetto viola

24 novembre 2022

La musica che libera dall’ansia e combatte lo stress. Si chiama Effetto Viola ed è una tecnologia che scioglie le tensioni.

Effetto viola

24 novembre 2022
Home 5 Tutto sul sonno 5 Effetto viola 

TUTTO SUL SONNO

La musica che libera dall’ansia e combatte lo stress. Si chiama Effetto Viola ed è una tecnologia che scioglie le tensioni.

Viola, infatti, è il colore associato alla calma. Nella cristalloterapia, inoltre, le pietre viola lavorano sul sesto chakra, il canale energetico posizionato tra le sopracciglia e conosciuto semplicemente come terzo occhio. Nella cromoterapia il viola si usa per calmare i disturbi nervosi e l’irritazione. Attraverso la musica, con Effetto Viola, viene prodotta una stimolazione che agisce direttamente sulle onde cerebrali e migliora la qualità della vita.

Effetto violA

Come funziona Effetto Viola 

Effetto Viola è il risultato dell’attività di quindici anni di lavoro condotta da Alessio Chelucci, ingegnere biomedico, e di Maria Luisa Mannarino.  Genovesi, entrambi maestri di taekwondo, operano in due palestre e condividono un comune percorso al conservatorio. Prendendo spunto dalla letteratura scientifica hanno realizzato dei file audio della durata di quindici minuti, che aiutano la persona a rilassarsi.  «Inseriamo un errore di fase» si legge sul sito ufficiale. «Il tuo cervello automaticamente riallinea questo “errore”  favorendo il raggiungimento delle onde cerebrali che stai cercando per il tuo benessere». Sono le stesse onde cerebrali di una sessione di yoga, ma in soli quindici minuti, on demand. In pratica Effetto Viola aiuta a rilassarsi attraverso l’ascolto di brani musicali al cui interno è stato inserito un particolare algoritmo biomedicale in grado di influenzare il cervello e calmare chi si trova sotto in uno stato di agitazione, stress, e fatica ad addormentarsi.

I trattamenti 

Effetto Viola si può provare gratuitamente, prima di decidere di sottoscrivere un abbonamento a pagamento, sul sito. La prova dura ventiquattro ore. Gli abbonamenti sono di due tipi, mensile o annuale. L’uso di Effetto Viola non crea dipendenza né effetti collaterali. Chi sceglie di utilizzarlo deve solo indossare le cuffie e scegliere il trattamento più adatto a sé tra i tre presenti sul sito: ridurre ansia fisiologica e stress; migliorare il sonno; migliorare l’umore. Effetto Viola non è un servizio terapeutico: sul sito è specificato che non rappresenta una cura o una prevenzione per sintomi o specifiche patologie. Inoltre, non va usato in sostituzione di un percorso psicologico mirato, laddove se ne avesse bisogno. Ma usarlo indubbiamente aiuta a stare meglio. A rilassarsi, allontanando l’ansia

GLI AMBITI DI AZIONE

Effetto Viola viene utilizzato in vari campi, da quello medico a quello sportivo. Nella fase di sperimentazione è stato utilizzato dagli atleti della  Nazionale di Ginnastica Artistica e della Nazionale di Ginnastica Ritmica. In un quarto d’ora di ascolto fa ritrovare una sensazione di calma e relax. L’uso individuale è utile non solo per attenuare l’ansia ma anche e soprattutto per superare le difficoltà a dormire. Valido alleato per un riposo di qualità, può essere utilizzato al bisogno, fornendo ottimi risultati in momenti di particolare stress. Come prima di sostenere un esame universitario o comunque in situazioni che richiedono una concentrazione più elevata del solito.

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal nostro Magazine

Iniziamo bene l’anno con le pagine del mattino

Iniziamo bene l’anno con le pagine del mattino

Trovare il tempo per esprimersi quotidianamente in modo creativo vi aiuterà a sbloccare la vostra naturale inclinazione all’innovazione. Le pagine del mattino possono essere uno degli strumenti più efficaci per ottenere tutto questo: vediamo quindi cosa sono e come possono aiutarvi a liberare il vostro potenziale.

La notte più lunga dell’anno: come recuperare il sonno perso?

La notte più lunga dell’anno: come recuperare il sonno perso?

Ah, finalmente. Siamo alla fine dell’anno: Natale, Capodanno…Tutte occasioni per festeggiare, prendere una pausa dai tanti impegni della vita di tutti i giorni e riposare. Ma non sempre va così. Il cambiamento di abitudini, le notti trascorse alzati fino a tardi e i pasti abbondanti possono avere un effetto negativo sul sonno. Come rendere le vacanze di Natale un momento in cui riposarsi davvero? Ecco alcuni utili consigli.