Tutto quello che devi sapere sul sonno

Come dormono gli italiani? Una fotografia delle abitudini di riposo nel nostro Paese

3 giugno 2022

Una delle domande che ci poniamo più di frequente riguardo alle nostre abitudini di riposo è: come dormono gli italiani?

Come dormono gli italiani? Una fotografia delle abitudini di riposo nel nostro Paese

3 giugno 2022

TUTTO SUL SONNO

Una delle domande che ci poniamo più di frequente riguardo alle nostre abitudini di riposo è: come dormono gli italiani?

Anche Dorelan Research ha provato a rispondere a questa domanda, come già avevano fatto Doxa in uno studio condotto a febbraio e marzo 2019, e l’ISS nel 2020, giungendo agli stessi risultati. Gli italiani dormono poco e male. A spiegarcene le cause, nel secondo video dedicato alle Pillole Scientifiche, “Come dormono gli italiani?”  è il professor Claudio Vicini, otorinolaringoiatra e docente universitario presso le università di Bologna e Ferrara.

Come dormono gli italiani?

Come dormono gli italiani oggi?

Una domanda che in molti si pongono e che non ha una risposta incoraggiante, come ci spiega il professor Vicini. Gli italiani, così come la maggior parte delle persone che vivono nel mondo occidentale, dormono crescentemente peggio

Una tendenza, questa, che già si andava affermando nel secolo scorso, quando oltre il 30% della popolazione del mondo occidentale aveva problemi di sonno. 

Dagli studi effettuati è emerso come i problemi di riposo degli italiani nascano dalla percezione di una cattiva qualità del sonno. Si dorme male, l’organismo non riesce a rigenerarsi e a fornire le energie necessarie per affrontare la giornata e così, anche appena svegli, ci si sente stanchi e spossati.

 

 

QUALI SONO LE CAUSE DEL PEGGIORAMENTO DELLA QUALITÀ DEL SONNO?

Questa sensazione di stanchezza latente è una condizione che affligge sempre più persone. A causarla, tutta una serie di circostanze che, nell’ultimo periodo, si sono sommate le une alle altre. Da ultimo il Covid, che è stato un elemento decisivo nel processo di peggioramento della qualità del sonno che già si andava affermando negli ultimi decenni. 

Anche prima del Covid, tuttavia, esisteva il problema del cattivo riposo. Problema che è presente tutt’ora e, fondamentalmente, è causato da stili di vita e abitudini scorrette

  • lavorare in maniera sempre più intensa; 
  • l’assunzione di sostanze eccitanti durante la giornata, a partire dal caffè fino ad arrivare alle bibite che contengono caffeina; 
  • l’aumento della competitività, non solo in ambito lavorativo; 
  • l’uso di dispositivi elettronici come computer, telefono e smartphone fino a pochi secondi prima di addormentarsi; 
  • fare pasti troppo pesanti la sera e cenare tardi, non lasciando allo stomaco il tempo di terminare il processo di digestione; 
  • praticare attività fisica a ridosso del momento di coricarsi. 

La lista delle cattive abitudini che si stanno imponendo nella nostra quotidianità è sempre crescente e rappresenta la causa principale del peggioramento della qualità del nostro sonno. 

La risposta alla domanda di apertura di questo articolo perciò è che, purtroppo, dormiamo sempre peggio.

Dorelan Research e le pillole scientifiche

Il progetto “Pillole Scientifiche” è un progetto di infotainment sviluppato da Dorelan Research e lanciato in occasione della Giornata Mondiale del Sonno. Lo scopo dei video realizzati dagli esperti del Comitato Dorelan Research e pubblicati sul canale Youtube di Dorelan è quello di fare divulgazione scientifica e sensibilizzare le persone sulle problematiche che oggi ci impediscono di riposare bene e sull’importanza del sonno.

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal nostro Magazine

“A Walking Life“

“A Walking Life“

Come abbiamo perso il diritto di camminare e quali implicazioni ha questo per la forza delle nostre comunità, il futuro della democrazia e la solitudine dilagante delle vite individuali? A questo e altri quesiti risponde “A Walking Life“ opera prima di Antonia Malchik, da leggere con curiosità e interesse.