Tutto quello che devi sapere sul sonno

Cambio di stagione e disturbi del sonno

23 marzo 2022

I cambi di stagione sono periodi molto complessi per l’organismo perché il corpo deve calibrare i suoi meccanismi interni in base ai mutamenti della natura. In particolare, è la primavera la stagione in cui viviamo il momento più delicato: il nostro corpo deve passare dall’inverno in cui risparmia energie e si adegua pian piano alla carenza di luce e calore, ad una nuova stagione che lo invita a risvegliarsi dal torpore invernale sollecitandolo con giornate più lunghe e cambiamenti climatici che incidono sui meccanismi endogeni ormonali e nervosi.

Cambio di stagione e disturbi del sonno

23 marzo 2022

TUTTO SUL SONNO

I cambi di stagione sono periodi molto complessi per l’organismo perché il corpo deve calibrare i suoi meccanismi interni in base ai mutamenti della natura. In particolare, è la primavera la stagione in cui viviamo il momento più delicato: il nostro corpo deve passare dall’inverno in cui risparmia energie e si adegua pian piano alla carenza di luce e calore, ad una nuova stagione che lo invita a risvegliarsi dal torpore invernale sollecitandolo con giornate più lunghe e cambiamenti climatici che incidono sui meccanismi endogeni ormonali e nervosi.

Ne consegue una naturale modifica delle abitudini che includono l’alimentazione, l’attività fisica e soprattutto lo stare all’aria aperta.

Ed è proprio la luce, infatti, ad avere un ruolo chiave sul nostro ritmo sonno-veglia che in primavera subisce un vero e proprio shock e può causare disturbi del sonno.

Cambio di stagione e disturbi del sonno

Primavera: SOS stanchezza, ansia e insonnia

Le giornate più lunghe richiedono un riadattamento del ciclo circadiano e del sistema ormonale. L’aumento delle ore di luce, infatti, causa una maggiore produzione di cortisolo, l’ormone dello stress, perché l’organismo deve fronteggiare un aumentato fabbisogno di energia per affrontare giornate più lunghe. Ecco perché in primavera aumentano gli stati d’ansia. Oltre al cortisolo poi, cambiano anche i valori ormonali di melatonina e serotonina che provocano variazioni biochimiche che possono incidere anche sul sonno e sulla psiche.

Di conseguenza, nei mesi primaverili, possono manifestarsi sintomi come stress, stanchezza, irritabilità, sbalzi di umore e insonnia.

Disturbi del sonno in primavera: come aiutarsi

Agitazione e difficoltà a dormire, soprattutto ad inizio stagione, possono durare da qualche giorno a qualche settimana, a seconda della sensibilità più o meno accentuata della persona ai cambi della natura. Ma cosa possiamo fare per contrastare difficoltà ad addormentarsi e notti insonni in primavera?

Ecco qualche consiglio

  1. Ascoltarsi e dedicarsi spazi di intimità e riflessione, rallentando per quanto possibile i ritmi giornalieri concedendosi un sano riposo;
  2. Evitare di assumere troppe bevande stimolanti come caffè e tè per allontanare la sonnolenza o un “abbiocco” post pranzo;
  3. Adottare un’alimentazione bilanciata privilegiando frutta e verdura di stagione e scegliere accuratamente i cibi da consumare la sera per non appesantirsi troppo prima di dormire; 
  4. Praticare attività fisica regolarmente e alternarla a sessioni di yoga che contribuiscono ad allentare tensioni fisiche ed emotive favorendo un buon sonno;
  5. All’occorrenza, assumere integratori naturali per rilassare la muscolatura e il sistema nervoso e ritrovare un sonno sereno.

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

Dal nostro Magazine

Forme geometriche

Forme geometriche

È comunemente noto che alcuni colori riescono a trasmettere determinate emozioni e sensazioni: il blu trasmette calma, il giallo l’allegria, il rosso la forza, il viola la spiritualità e via dicendo. In psicologia, però, anche le forme rappresentano un mezzo di comunicazione che provoca stimoli diversi e dunque possono influire anche sul sonno.

Copy link
Powered by Social Snap