Tutto quello che devi sapere sul sonno

5 consigli per aiutare tuo figlio ad andare a letto presto

7 giugno 2022

Personalmente, mi considero una mamma fortunata, non ho bisogno di discutere con le mie figlie quando è ora di andare a letto. Hanno imparato che ad un certo orario si va a nanna e non protestano mai. Credo dipenda dal fatto che ormai sia la loro normale routine, si sono abituate e quindi per loro è la normalità.

5 consigli per aiutare tuo figlio ad andare a letto presto

7 giugno 2022

Valentina, mamma bis di due principesse

Quando sono diventata mamma per la prima volta ho sentito l’esigenza di condividere questa nuova esperienza con altre donne, per questo ho creato Parola di Mamma, che con il tempo è diventata una grande community affettuosa dove siamo sempre pronte al confronto e al dialogo.
Scrivo su Snoozing perché come tutte le mamme il sonno dei miei bambini è una delle cose più importanti.

INTERVISTA

INTERVISTA

PER I BAMBINI

Personalmente, mi considero una mamma fortunata, non ho bisogno di discutere con le mie figlie quando è ora di andare a letto. Hanno imparato che ad un certo orario si va a nanna e non protestano mai. Credo dipenda dal fatto che ormai sia la loro normale routine, si sono abituate e quindi per loro è la normalità.

Ho sempre cercato di rispettare gli orari, infatti, durante la settimana vanno a letto alle 21.30.

Se il giorno dopo c’è scuola o qualche altro impegno importante non si può andare a letto tardi. Tuttavia, nel weekend e durante le vacanze, ci può essere qualche strappo alla regola, ma sono consapevoli del fatto che si tratta di occasioni eccezionali. 

Come dicevo prima, sono consapevole di essere una mamma fortunata, non sempre i nostri bambini ci ascoltano e per molti, l’orario della nanna può diventare una vera e propria guerra.

5 consigli per aiutare tuo figlio ad andare a letto presto

Il primo consiglio che mi sento di darvi per aiutare i vostri bambini ad andare a letto presto, è sicuramente rendere l’evento un’abitudine. È molto importante stabilite un orario entro il quale bisogna essere a letto e rispettarlo a tutti i costi, anche se il vostro bimbo non ha sonno, mettetelo a letto e piuttosto raccontategli una storia della buona notte. All’inizio potrete trovare qualche difficoltà, ma non arrendetevi! Vedrete che con il passare del tempo sarà sempre più facile farlo.


Altro elemento fondamentale per aiutare i nostri bambini ad andare a letto presto è stabilire una routine serale. Noi andiamo a letto alle 21.30 ma già da un’ora prima cominciano i preparativi. Chiaramente, noi siamo una famiglia che mangia presto la sera, quindi intorno alle 20.00 siamo già pronti per lavarci e metterci il pigiama. Insieme, prepariamo la cartella e i vestiti per il giorno dopo e se avanza ancora del tempo prima dell’ora accordata, ci dedichiamo ad attività tranquille e rilassanti, tipo colorare o disegnare.

Preparare una borraccia d’acqua per la notte. Probabilmente lo sapete anche voi, appena i bambini vanno a letto gli viene sempre sete. Questo perché tendono a rimandare la separazione dalla mamma e dal papà, quindi fatevi furbi e preparate già una bella borraccia d’acqua vicino al letto, in modo che non debbano alzarsi e rovinare così la routine serale stabilita con tanta fatica.

Come avevo già raccontato in uno dei miei post precedenti, prima di andare a letto noi evitiamo sempre qualsiasi attività eccitante. In particolare, cerco di evitare la televisione, il tablet, o anche giochi troppo energici. Questo per evitare che, una volta a letto, siano talmente sovraeccitate da faticare ad addormentarsi.

Ultimo ma non per importanza: l’orario della sveglia. Se è molto importante stabilire un orario in cui andare a letto, lo è ancor di più stabilirne uno di sveglia. L’orario in cui suona la sveglia dovrebbe preferibilmente essere sempre lo stesso. Noi ad esempio nei giorni di scuola ci svegliamo sempre alle 6.45, in modo da prepararci con tutta calma e senza fretta. È’ importante che anche loro sappiano che gli orari della sveglia vanno rispettati. Qualsiasi sia l’orario in cui si addormentano, devono sapere che, soprattutto se c’è scuola, l’orario della sveglia non cambia. Quindi, meglio andare a letto presto, così da non svegliarsi stanchi e affaticati il giorno dopo.

 

Insomma, l’orario della nanna dovrebbe essere un’attività piacevole, sia per loro che per noi. 

E voi che esperienze avete con la routine degli orari dei vostri figli? Avete altri consigli?

Raccontatemi, se vi va, le vostre esperienze

___
Editoriale a cura di: Valentina Ardito, Parola di Mamma

Iscriviti alla Newsletter di Snoozing Magazine

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal nostro Magazine

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

La routine di sonno e alimentazione negli atleti

Tra i fattori che contribuiscono a garantire il benessere degli atleti e gli permettono di mantenere elevate le prestazioni sportive, l’alimentazione e il riposo giocano un ruolo fondamentale, al pari dell’allenamento.

Copy link
Powered by Social Snap